In Verità

In Verità

mercoledì 21 novembre 2012

SCILIPOTI E LA DIMETILRIPTAMINA



Il programma della Parodi su La7 è nato sotto una cattiva stella. Una settimana fa Formigoni voleva far menare la giornalista dalla sua addetta stampa, stasera Scilipoti scirocca di brutto e vaneggia in collegamento video al CristinaparodiLive! Il migrante trasformista più ridicolo della politica italiana – e questo bisogna riconoscerlo in quanto la concorrenza è feroce – ha affermato di aver salvato l’Italia – o di aver tentato di farlo – quando dagli scranni dell’Italia dei Valori è passato alle poltrone del Pdl! Il suo è stato un sacrificio necessario per la patria, un immolarsi affinché il paese non cadesse nelle mani della speculazione finanziaria – almeno io questo ho capito traducendo dallo scilipotese all’italiano! Alla fine della dichiarazione si assiste al picco d’acido quando Scilipoti accosta la sua azione politica a quella di Saragat! E’ ovvio che Domenico qualcosa ha assunto… altrimenti non si spiega.
Caso ha voluto che proprio oggi è stato arrestato all’aeroporto di Ancona un trafficante di dimetiltriptamina, sostanza psicogena usata da secoli da sciamani brasiliani per avere allucinazioni di vario tipo. Il trafficante si è definito un “consulente religioso” - beh chi più di lui può far vedere la madonna un po’ a chiunque?  
Secondo me le due avvenimenti sono collegati: Scilipoti ha preso il suo bottiglione di dimetiltriptamina e se l’è finito prima di andare dalla Parodi  – e il guaio è che gli hanno arrestato anche il “consulente religioso” di fiducia. Da ciò si può dedurre che mentre era in diretta su La7 gli sarà apparso uno sciamano brasiliano che gli avrà suggerito il delirio al quale abbiamo assistito – e bisogna ammettere che a Jim Morrison veniva meglio.
Ma la cosa che più mi preoccupa non è il grado di dipendenza da acidi del nostro pidiellino dell’ultima ora… ma che adesso in Brasile c’è uno sciamano che vede Scilipoti!