In Verità

In Verità

giovedì 8 dicembre 2016

Vai Matteo ... vai! E non voltarti indietro

Pietro Vanessi PV&Valentina Vita ©Pietro Vanessi
Nessuno capisce il suo impegno, il suoi enormi sacrifici; ma vi rendete conto cosa ha fatto in questi tre anni? Mentre Padonan e Napolitano gestivano tutto quello doveva andare in giro a far finta di parlare inglese, doveva tuonare dalla direzione del Pd contro il buon senso e la democrazia, fare ogni sei mesi il richiamo per l’antirabbica a De Luca. No, dopo tanta fatica ora è giusto che la creatura si diverta.
Vai Matteo, vai … non ti preoccupare per noi! In un modo e nell’altro ce la caveremo. Non ti preoccupare. Vai Matteo, vai! E, ti prego, non voltarti indietro. Non farlo altrimenti sarà dura!   Continua a leggere su Postik

mercoledì 7 dicembre 2016

Meglio un giorno da "congelato"


www.marioairaghi-neurodeficiente.blogspot.it

Renzi è stato congelato da Mattarella, che è un po’ come dire che un Fior di fragola ha messo in freezer un Calippo, ma era prevedibile. Il presidente della Repubblica - credo sbrinato per l’occasione - ha pensato di bene di ricordare al Matteon nazional populista andato a male che aveva delle responsabilità istituzionali da assolvere prima di prender l’offeso congedo. 

lunedì 5 dicembre 2016

Ciao Fidel, però mi ricordi Il Che


Nel mio sogno tornava a Cuba Ernesto Che Guevara. Non era morto assassinato in Bolivia, i suoi resti non erano in un mausoleo a Santa Clara. Era tornato e non era invecchiato di un giorno. Non provavo stupore nel vederlo scendere dalla scaletta di un aereo, era lì …. e per me era normalissimo.
Continua a leggere su Mel@Cotogna

venerdì 2 dicembre 2016

Cari, Fottutissimi, indecisi, almeno non siate fessi!

www.unavgnettadipv.it  ©Pietro Vanessi

In queste ore è il potere ad essere alla vostra mercé e non ricapiterà presto, dunque senza alcuna vergogna - se non per voi stessi - andate negli uffici del clientelismo in massa: bussate alle porte delle Regioni, delle “inesistenti” province, andate tronfi dal vostro sindaco o consigliere comunale di riferimento e con venduta forza barattate il vostro voto. E se proprio volete andare a “botta sicura”, andate dal boss di turno – fatevi furbi -, baciate la mano, anche da dietro le sbarre, e vendete a caro prezzo la vostra già sporca dignità. Non ve ne pentirete! Non vi costerà niente. Si  è fatto sempre così … non volete mica spezzare la disastrosa tradizione della nostra latifondista patria? 
Più saprete contrattare e più otterrete, più avanzerete strategici dubbi e perniciose incertezze e più sarete in grado di strappare “favori”.

martedì 29 novembre 2016

The professor's house Willa Carther

Elisabetta Citro
La Cather fu definita una scrittrice classica già in vita, proprio per la sua scrittura così ponderata, oltre che per i temi trattati: la grande epopea del popolo americano e suoi diversi caratteri, in special modo ha sempre parlato di donne. Anche se le sue opere sono state tradotte in Italia solo a partire dagli anni ’80, sono uscite nelle librerie del nostro paese con già un’aura di buon prodotto da non perdere. E anche solo leggendo questo romanzo, non si può non dar ragione ai critici. Continua a leggere su Postik