In Verità

In Verità

martedì 17 gennaio 2017

Ma chi se lo piglia?




Renzi, ha dichiarato in un’intervista a Repubblica, ripartirà dai suoi errori; infatti li ha confermati tutti.
L’impenitente ha capito che ci voleva più cuore e meno slide; questa cruda ed improvvisa consapevolezza lo avrà di certo dilaniato nell’intimo. Ah, quali amletici tormenti, quali esistenziali consunzioni lo avranno portato a questa amara “rivelazione”?  Questa epifania della cazzata avrà di certo messo in discussione tutto il suo essere; non v’è dubbio!
No, non è stata la scellerata riforma di una scuola oramai allo sbando a fargli mettere in discussione il suo mandato, e neanche quella del lavoro, che più che mancare inizia letteralmente ad estinguersi, ma  (teniamoci forte!) è stata  l’assenza di cuore.

venerdì 6 gennaio 2017

C'erano un francese, un inglese e Scilipoti alla Nato


Ma porca miseria!, ho visto nani da giardino più svegli e arzilli, mica li ho proposti alla presidenza della Repubblica? E dire che Mattarella ancora aspetta il bacio del principe azzurro!Ma la mia perversa fantasia non si è mica fermata qui? No, rigira l’idiota nella piaga! Nel mio sbroccare non solo Scilipoti è nella Nato ma si occuperà anche dell’Ucraina. Qui proprio vuol dire che devo farmi vedere da uno bravo! Questa poi …, ma per arrivare a immaginare una cosa del genere questi poveri ucraini … a me … che cosa hanno fatto? Li devo avere proprio sui coglioni!

sabato 31 dicembre 2016

E' tutta colpa del 2016!

Altan

Quante dipartite eccellenti e nessuna eccellente dipartita, quanti lutti vipposi e pop, quanto dolore altrui da condividere che può “utilatiristicamente” diventare anche un po’ nostro, ma sia ben chiaro … giusto quel poco da strapparci un popolare coccodrilletto fatto in casa pronto a esser subissato da likes nei nostri profili. Su, a conti fatti conviene, no? Ci mostriamo caritatevoli e sensibili, la gente partecipa e il lutto collettivo si “esorcizza” spalmandosi ben benino fino a dileguarsi nell’infinità del web … ma alla fine continuiamo le nostre vite! Una pacchia! E’ tutto grasso che cola!

domenica 25 dicembre 2016

Stellina di Natale, in Tazzina



Masaccio, Madonna del solletico ( Madonna Casini ) 1426. Galleria degli Uffizi, 

e tutta la gioia
di una magica tazzina
sotto l’albero

nel tepor della cucina.
Sandra Ballardini Leggi la Poesia su Postik.
Buon Natale 

Difficile dire Pace oggi


Nulla si archivia senza le dovute considerazioni … neanche il 2016.  Cosa si può dire di “positivo”  di questo scorcio finale di un anno “complicato”? Ebbene nei tanti auguri ricevuti di “buon Natale a te e in famiglia,” nessuno ha avuto il barbaro coraggio di nominare la pace. La mancanza di questo “tipico” augurio natalizio può sembrare avvilente  (e in fondo lo è )  ma a ben vedere indica una profonda  -anche se non del tutto consapevole-  intuizione collettiva: la pace non c’è, e nominarla appare quantomeno fuori luogo. Casomai “benaugurante”,  ma sempre fuori luogo. Continua a leggere su Mel@Cotogna