In Verità

In Verità

sabato 17 novembre 2012

RIMBALZO FU! CSI ALLA MATRICIANA




Le severe e puntuali indagini dalla questura di Roma, congiunte all’impegno dei ministeri della Giustizia e degli Interni, hanno finalmente fatto luce sui lacrimogeni misteriosi di Via Arenula!
Già il questore di Roma Fulvio della Rocca aveva intuito tutto. Da buon segugio di razza solo ieri ha dichiarato: “verosimilmente i fumogeni furono lanciati dal basso per poi infrangersi “precisamente” all’altezza delle finestre più alte del Ministero della Giustizia per poi rimbalzare giù “dando la sensazione che partissero dall’alto”. Strano però che dal basso non ci fosse alcuna traccia di fumo, e che la scia cominciasse dall’alto. Ma si sa… non è che un questore è tenuto conoscere la legge di gravità (poi non si parlava di mele newtoniane ma di lacrimogeni, ed è cosa nota che questi ordigni fanno un po’ come cazzo pare a loro) .
Ma la teoria del questore Della Rocca è stata confermata. I quattro lacrimogeni (non due) sono stati lanciati dal basso! Caso chiuso! E se si riescono a trovare i manifestanti che hanno operato questo miracolo entreranno di diritto nella squadra olimpica come lanciatori di giavellotti!
Ma la relazione ha fornito anche dettagli illuminanti che hanno diradato ogni dubbio! In realtà i lacrimogeni sono partiti dalla Tiburtina, hanno preso la linea B fino alla stazione Termini; da lì sono stati visti mentre acquistavano una copia del Secolo D’Italia… una sosta al bar per quattro caffè e subito alla stazione dei bus. Dopo un’attesa di sette minuti i quattro compari fumosi hanno preso il 40 (piazza Pia / Castel Sant’Angelo) e sono scesi all’Argentina… una piccola camminata a piedi – la giornata era piacevole -, e poi si sono infrociati come kamikaze al contrario sulle finestre del Ministero della Giustizia urlando: “Ruby è davvero la nipote di Mubarak!”

http://www.giornalettismo.com/archives/608669/la-perizia-sui-lacrimogeni-fu-rimbalzo/