In Verità

In Verità

lunedì 19 novembre 2012

LO STRANO CASO DEL RAGIONIERE GIUSEPPE SPINELLI!



Due sono le curiosità degli italiani ignari in questo preciso momento: l’affaire del sequestro ragionier Spinelli, cassiere di famiglia Berlusconi,  e lo sconosciuto Samorì che piace tanto a Silvio! Sulla seconda possiamo subito acchetare la curiosità generale: Samorì, che io sappia, è una nuova pasta spalmabile dal sapore indefinito che piace tanto al cavaliere ma poco agli italiani.
Sul ragioniere Spinelli la cosa è più complicata! Giuseppe Spinelli è il ragioniere di fiducia dell’ex presidente del consiglio da tempo immemore, si è occupato anche delle finanze di Veronica Lario ed è salito alle cronache per esser stato identificato durante le indagini che hanno portato al processo Ruby come il “Cassiere delle olgettine”: era appunto Spinelli a premurarsi di foraggiare e sovvenzionare l’opera di carità berlusconiana a favore di escort, modelle e subrettine – onlus di beneficenza  male interpretata da giudici comunisti e tirannici che prima di mangiare bambini li cuociono.
Il mistero Spinelli si infittisce ulteriormente nella notte tra il 15 e il 16 ottobre. Infatti il ragioniere e la moglie vengono rapiti in casa da sconosciuti. Alle 7.30 del mattino del 16 ottobre i sequestratori costringono i coniugi a chiamare Berlusconi per chiedere un riscatto di 35 milioni di euro sia per la loro liberazione e sia in cambio di documenti compromettenti sul lodo Mondadori e non precisati video – altrettanto scomodi - riguardanti il Presidente della Camera Gianfranco Fini… ripreso a cena con tre fantomatici magistrati intenzionati a far le scarpe – senza rialzi - a Berlusconi incastrandolo per il caso Mondadori .
La vicenda si conclude - fortunatamente per i due - solo con un grande spavento e una formale denuncia per sequestro di persona degli avvocati di Berlusconi avvenuta – però - solo il pomeriggio successivo. Nulla si sa del pagamento dell’enorme riscatto – se è stato pagato o meno, se c’è stata una trattativa, uno sconto comitiva o se ancora Silvio firma cambiali -, né trapelano notizie e chiarimenti su questa documentazione compromettente. Oggi però sono stati arrestati i sei presunti rapitori: Francesco Leone, Pierluigi Tranquilli, Ilirjan Tanko, Laurenc Tanko, Marjus Anuta e Alessio Maier. Nonostante questi arresti tutto resta nebbioso, strano, ancora indefinibile. Eventuali sviluppi nelle prossime puntate di Centovetrine! Intanto Silvio si spalma un po’ di Samorì sul suo tramezzino di pan carrè e caviale!