In Verità

In Verità

domenica 24 luglio 2016

Magari non fosse successo!

La settimana di Merda

di Marco Terribili

La convention di Cleveland ha incoronato ufficialmente Donald Trump come candidato repubblicano alla Casa Bianca. Durante l’assemblea non sono mancati momenti di imbarazzo tra cui il discorso di Melania Trump, scopiazzato da quello che fece Michelle Obama alcuni anni fa, e l’intervento di Ted Cruz, avversario repubblicano di Trump alle primarie, che ha espresso la decisione di non sostenere il candidato presidente del suo partito. L’atteggiamento di Cruz può sembrare incomprensibile, se si pensa alle dinamiche politiche nostrane, ma la campagna elettorale americana è stata finora molto greve; basti pensare che Trump ha definito la signora Cruz «molto brutta» ed ha accusato il padre di Cruz di essere coinvolto nell’omicidio di JFK. Anche Cruz però non si è risparmiato, definendo Trump «bugiardo patologico», «amorale» e «donnaiolo seriale». Tiè!