In Verità

In Verità

domenica 14 febbraio 2016

l'ironia e il grande, e sconosciuto, talento di Ezio Bosso

fonte foto: Giornale di Sicilia 

di Gianpaolo D'Elia 

Nasce a Torino e a quattro anni è più interessato agli strumenti musicali che ai giocattoli. Il fratello maggiore lo osserva e dice ai genitori: “mi sa che questo vuole suonare”! Mi sa che il tempo gli ha dato ragione. Potremmo aggiungere tante altre notizie, ma che senso avrebbe? Pochi minuti dopo l'apparizione del maestro sul palcoscenico di Sanremo, la voce “Ezio Bosso” del sito Wikipedia era stata presa d'assalto; migliaia di indici avevano digitato il suo nome per “scoprire” d'improvviso un talento tutto italiano di cui ignoravamo l'esistenza. Paradossale vero? E bravo Carlo Conti, chi l'avrebbe mai detto? Sta lì tranquillo e abbronzato per anni, all'ombra del ricordo del Pippone nazionale – di cui, a torto o a ragione è considerato l'erede – e all'improvviso ti stupisce con l'asso nella manica che non ti aspetti.