In Verità

In Verità

giovedì 1 ottobre 2015

La storia della Satira in mostra per la libertà di espressione

Contemori,2007

A Cavallermaggiore (Cn) dal 4 al 18 ottobre con 80 riviste satiriche

Saranno esposte 70 tavole di grande formato (50x70) di 40 autori, tra i quali Contemori, Bozzetto, De Angelis, il meglio dell’umorismo italiano e qualche straniero come Rousso. 
 Accanto alla satira contemporanea una sezione è dedicata alle riviste: 80 testate satiriche che dal 1848 ripercorrono la storia del disegno e l’evoluzione del costume. Sono in prevalenza giornali italiani ma non mancano quelli stranieri come i francesi Charlie Hebdo, La Caricature, La baionnette e il tedesco Simplicissimus. Tra le riviste italiane L’Asino, Il Fischietto, Cuore, Tango, Il Male, Bertoldo e Il Travaso delle Idee.  
 «Questa mostra - spiega Aloi - riprende il libro fatto dalla Commissione Europea con il rappresentante in Italia per il settore informazione Thierry Vissol in cui abbiamo analizzato la libertà di espressione in Europa con commenti di esperti. È un tema importantissimo, l’informazione deve essere libera così come deve esserlo la satira. È bello vedere come ogni autore interpreta un tema così scottante che in qualche modo ci tocca tutti da vicino».