In Verità

In Verità

giovedì 9 luglio 2015

Solidarietà per il giornalista e blogger Nello Trocchia


In un’ intercettazione ambientale risalente al 10 giugno tra un noto boss in carcere e suo fratello si parla del giornalista e blogger Nello Trocchia“A quel giornalista gli devo spaccare il cranio e dopo mi faccio arrestare”, dichiara il fratello del Boss, e continua “Sappiamo dove sta”.
Dopo queste intercettazioni, in cui emergono esplicite minacce, “Il Fatto Quotidiano”, con il quale Trocchia collabora, e l’arma dei carabinieri si sono prontamente attivati nell’inviare un’informativa riservata alla Procura Antimafia per garantire protezione al giornalista, ma a distanza di un mese il dispositivo di sicurezza non è stato ancora attivato; anzi, sembra addirittura che l’informativa, regolarmente ricevuta dalla procura, si sia persa Leggi l'articolo e diffondilo su Postik