In Verità

In Verità

sabato 10 novembre 2012

POLITICAMENTE MERLETTO!



Siamo pronti! Verremo da voi! Saremo gentili, disponibili, chiari. Prometteremo lavoro ai disoccupati, sanità ai malati, cure ai disabili. Andremo in bicicletta con gli ambientalisti, guideremo Ferrari con gli industriali. Perché il voto è importante. Vi manderemo lettere a casa “Cara/o Amico/a….”, chiederemo il vostro sostegno per cambiare il mondo, per risolvere le cose, sanare le malattie, asfaltare le strade, schiacciare i punti neri, curare l’acne e le vene varicose.  Saremo garantisti e cannaioli con gli antiproibizionisti, giustizialisti e spietati coi fascisti e i reazionari. Saremo tutto ciò che volete. Cattolici coi preti, tolleranti coi valdesi e sionisti coi giudei. Ameremo senza posa la famiglia: “Il mio partito ama la famiglia… ama così tanto la famiglia che il nostro segretario ne ha tre!” Ma non paghi… diventeremo anche laici e anticlericali coi radicali – ma sempre davanti alle chiese ci infileremo falce e martello nelle braghe e stringeremo forte forte forte. Vi chiameremo per nome, sapremo tutto di voi: cosa volete, di cosa avete bisogno. Tutti siete importanti,  tutti votanti.  Saremo tutti vostri padri, madri, fratelli e sorelle… tutti di casa. Vi manderemo cartoline colorate, bandiere della pace, spillette multicolori. Vi culleremo nella bambagia della demagogia, vi cloroformizzeremo sul cuscino delle promesse. In televisione – grazie al vostro canone - vi faremo vedere famiglie felici, prati verdi, tramonti mozzafiato. Regaleremo caramelle al chierichetto efebico e sinuoso del prete, prometteremo marchette e listini ai puttanieri, terre ai contadini, vacche antidiossina ai caseari, pensioni e denti d’oro alle vecchine. Case popolari, fitti sociali, cani per i non vedenti e corni d'osso ai non udenti.
Tutto per voi, perché lo meritate, perché dovete votarci e poi ringraziarci. Poi… se vi diremo che la cosa è più complicata, che la vita va sacrificata non è colpa nostra. Sarà di chi in passato ve l’ha rovinata; delle vostre scelte di ciò che avete fatto a cui non c’è facile rimedio. Noi vi volevamo aiutare, ma non ce l’avete permesso. E sarà tutta colpa vostra se il sogno scivolerà nel cesso!