In Verità

In Verità

venerdì 7 ottobre 2016

Ultras, tifosi da bar, ras della fossa

www.maurobiani.it

Facciamo prima delle distinzioni: non parliamo di Emilio Fede che per amore di Berlusconi da juventino diventò milanista, né di Rondolino che ha preferito lanciare dalla rupe Tarpea del sua fu dignità  quei tre neuroni già disperati rimastigli per farsi discepolo del verbo demagogico di Renzi. No! Queste sono letteralmente infatuazioni malate, innamoramenti improvvisi ed utilitaristici. Come è ben noto a tutti sono proprio gli amori distorti  quelli che durano per una triste patologica vita, a meno che non si svuotino le casse o si inizi un percorso farmacologico opportuno, invece sono gli amori veri che vanno mestamente ad esaurirsi in modo miserrimo e ingrato, tra banalità e facezie. La semplicità è complicata, non tutti possono reggerla in un mondo dove la fantasmagoria di un immaginario dettato dallo spot va a sostituirsi alla nobiltà primigenia del sogno. Rassegniamoci ad inseguir chimere di fasulla beltà, perché se è vero che sarà la bellezza a salvare il mondo, possiamo star certi che essa sarà il tesoro abilmente celato in “bella mostra”più difficile da trovare. Continua a leggere su Mel@Cotogna