In Verità

In Verità

venerdì 18 marzo 2016

Roma, inflazione di candidati sindaco per una città che non vuole nessuno

Mario Airaghi, Carta Bianca 
di Marco Terribili 

Con la discesa in campo di Giorgia Meloni, ufficializzata ieri al Pantheon, i candidati in lizza per il Campidoglio raggiungono quota 9. La candidatura della Presidente di Fratelli d’Italia è stata finora quella passata meno inosservata: infatti,  alle polemiche per le parole di Bertolaso –a cui hanno fatto eco quelle di Berlusconi- che consigliava alla Meloni di concentrarsi sulla gravidanza e quindi sul suo ruolo di mamma, sono seguite quelle della diretta interessata che, cantando “W la Mamma” di Bennato, ha rimesso tutti al proprio posto. A dar man forte alla Meloni è stato inoltre Matteo Salvini che con "Daje Gio, annamo a vince!" sancisce ufficialmente l’asse Fratelli d’Italia-Lega Nord, che oltre a Roma presenterà un candidato anche a Torino, in barba all’altra coalizione di Centrodestra. Continua a leggere su Postik