In Verità

In Verità

sabato 12 marzo 2016

Continua la battaglia del Comitato Salute e Vita di Salerno contro le Fonderie Pisano

Ambiente: Fonderie Pisano; Bonavitacola incontra Comitato
Presidente, avanti con battaglia fino a quando avremo risposte
Notizia tratta dall'Agenzia Ansa 
(ANSA) - SALERNO, 11 MAR - "Continueremo la nostra battaglia fino a quando non avremo le risposte che cerchiamo". È chiaro Lorenzo Forte, presidente del Comitato e Associazione Salute e Vita che da anni si batte contro le Fonderie Pisano, stabilimento che si trova a Fratte, Salerno. Questa sera, nella sede del Genio Civile, il Comitato ha incontrato il vice presidente della Regione Campania, Fulvio Bonavitala e l'assessore comunale all'Urbanistica Domenico De Maio. "Mancava - spiega Forte - il commissario Arpac Campania, Pietro Vasaturo. Avremmo voluto la sua presenza perché ci fidiamo del suo giudizio, ma ci hanno detto che non avevano capito che noi avevamo chiesto che ci fosse. Ringraziamo per l'incontro di oggi, ma non ci basta. Chiediamo che i prossimi controlli vengano fatti da Arpac Salerno insieme all'Arpac Caserta e che la supervisione venga affidata al Commissario Vasaturo. L'Arpac Salerno ha il peccato originale di non essersi resa conto, in quattro anni, di quasi nulla. Il vice presidente Bonavitacola si è detto attento alla questione. Abbiamo ribadito che per per quanto ci riguarda la fabbrica lì non può stare e non doveva riprendere le attività. Le decisioni andranno prese adesso, prima delle prossime amministrative. Se non ci sarà una certezza di un protocollo di intesa che definirà dove andrà la fabbrica, per noi la battaglia continuerà senza sosta". Intanto alcune persone, autonomamente, stanno protestando da ieri davanti lo stabilimento senza mai lasciare la tenda che hanno allestito. Tra questi anche la 29enne Martina Marraffa che si appresta a trascorrere la seconda notte all'agghiaccio supportata dalla solidarietà di quanti stanno conoscendo la sua lotta anche grazie ai social. Proprio stasera è stata organizzata un'assemblea cittadina davanti lo stabilimento. "Se qualcuno farà atti autolesionisti tra chi sta dimostrando davanti le Fonderie autonomamente - aggiunge Forte - riteniamo responsabili morali tutti". Domani, alle ore 10, il Comitato ha convocato una conferenza stampa al bar libreria Verdi in piazza Matteo Luciani per fare il punto sulla situazione. (ANSA).