In Verità

In Verità

mercoledì 23 marzo 2016

Bruxelles. Ora il via a due settimane di retorica e i luoghi comuni

www.unavignattadipv.it

Escluse tutte le giustificazioni a arrivati alla nuda e cruda realtà dei fatti non ci resta che prendere atto di quello che, nonostante tutto, ci resta tragicamente davanti: dei morti innocenti i cui nomi ci lasceranno comunque indifferenti, fa molto più effetto il numero e il metodo terroristico non certo ogni singolo nome di ogni singola vittima.
Ecco, in un modo o nell’altro, siamo salvi dall’impossibile pensiero di ogni vita caduta, di ogni corpo esanime, l’inferno dell’assenza di un’alterità che non ci appartiene, ma per la quale ci vestiamo a lutto, è allontanato, i fantasmi che ci perseguitano per nostra fortuna non esistono. La nostra coscienza è salva e può fare, in tutta tranquillità, la sua giornaliera e ipocrita ginnastica di indignazione.  Continua a leggere su POstik