In Verità

In Verità

venerdì 25 settembre 2015

Più moderno di ogni moderno Bologna celebra Pier Paolo Pasolini



[...]Io sono una forza del Passato. 
Solo nella tradizione è il mio amore. 
Vengo dai ruderi, dalle chiese, 
dalle pale d’altare, dai borghi 
abbandonati sugli Appennini o le Prealpi, 
dove sono vissuti i fratelli. 
Giro per la Tuscolana come un pazzo, 
per l’Appia come un cane senza padrone. 
O guardo i crepuscoli, le mattine 
su Roma, sulla Ciociaria, sul mondo, 
come i primi atti della Dopostoria, 
cui io assisto, per privilegio d’anagrafe, 
dall’orlo estremo di qualche età 
sepolta. Mostruoso è chi è nato 
dalle viscere di una donna morta. 
E io, feto adulto, mi aggiro 
più moderno di ogni moderno 
a cercare fratelli che non sono più.
P. Pasolini,Poesia in forma di rosa, 1964

Più moderno di ogni moderno. Pasolini a Bologna», la rassegna di Comune e Cineteca per ricordare il grande intellettuale. Leggi su Corriere.it

Fonte Ansa

A 40 anni dal suo assassinio, nella città dove nacque nel 1922 e dove si formò, la figura di Pier Paolo Pasolini verrà analizzata attraverso un percorso articolato che comprende cinema, teatro, musica e mostre in grado di coinvolgere pubblici diversi