In Verità

In Verità

lunedì 20 luglio 2015

La Villa d'otium di Cicerone a Formia rischia il crollo


Fonte Ansa 
Luogo del cuore di uno dei più grandi pensatori della Roma antica, che poco distante volle seppellirvi anche l'amata figlia Tulliola. E, in tempi più recenti, pure di Ferdinando II di Borbone, che qui trascorreva molto del suo tempo. Eppure oggi è condannata al degrado. ''Non si può perdere un tale gioiello solo perché insiste su una proprietà privata: aiutateci a salvare la Villa di Cicerone, prima che crolli giù tutto''. L'appello arriva diretto dal sindaco di Formia (Lt), Sandro Bartolomeo, dal cuore di quella terra affacciata sul Golfo di Gaeta dove duemila anni fa i Romani usavano dare sfoggio di potere e ricchezza a suon di dimore, affreschi e innovazioni architettoniche. Leggi la notizia su AnsaCultura