In Verità

In Verità

domenica 28 giugno 2015

Tsipras scrive ai Greci e gioca e carta del referendum



Wolfgang Schäuble, il tecnocrate dell'Austerità provoca, con la tipica sufficienza dettata dall'arroganza,   Tsipras a indire un referendum sull'austerità e il leader greco spiazza tutti fissandone uno per il 5 luglio. Ora l'Europa si indigna perché un Presidente legittimamente eletto che da l'ultima parola alla sua nazione. 
Di seguito la lettera di Tsipras ai geci :

LaGreche e greci,

da sei mesi il governo greco conduce una battaglia in condizioni di asfissia economica mai vista, con l’obiettivo di applicare il vostro mandato del 25 gennaio a trattare con i partner europei, per porre fine all’austerity e far tornare il nostro paese al benessere e alla giustizia sociale. Per un accordo che possa essere durevole, e rispetti sia la democrazia che le comuni regole europee e che ci conduca a una definitiva uscita dalla crisi.

 In tutto questo periodo di trattative ci è stato chiesto di applicare gli accordi di memorandum presi dai governi precedenti, malgrado il fatto che questi stessi siano stati condannati in modo categorico dal popolo greco alle ultime elezioni. Ma neanche per un momento abbiamo pensato di soccombere, di tradire la vostra fiducia. 

[...] Continua a leggere su L'altra Europa con Tsipras